La nave volante

Tutto avvenne in una notte ventosa,

la nave fu sollevata dalla schiavitù dell’acqua,

ali che desideravano volare affiancarono le grandi vele,

e prese a librarsi nella tenerezza di nuvole piumate,

in un cielo che le stelle avevano dato la forma delle viole.

Come nei sogni, Noi avvolti nella disobbedienza,

sulla tolda, ballavamo nudi: la tua pelle sapeva di agrumi,

e i tuoi occhi ridevano mentre tremavo sotto una pioggerellina

di petali di ciliegio e di ciclamini, erano i tuoi baci

e le mie dita giocavano come farfalle sulle tue curve d’argento.

pelle contro pelle, il mio corpo contro il tuo corpo

fusi in un unico gioco riflesso nello specchio della passione.

Ero un satiro danzante che si baloccava con il tuo corpo e i tuoi pensieri,

tu la ninfa che creava il piacere e la follia d’amore.

Balene fosforescenti danzavano intorno a noi,

colibrì dai becchi lunghissimi succhiavano il miele dai raggi del sole

e la nave ci portava nei nostri sogni, con suoni di flauti,

di usignoli, colori di fiordalisi, aquilegie, profumi di frutta,

mentre folletti cancellavano la realtà con scope fatte dalla magia

di streghe e fate innamorate, fuori dal tempo, da questo mondo,

volando in un cielo perlaceo verso ignorate spiagge,

dove rendere vero il nostro sogno d’amore.

Enrico Garrou (gennaio 2019)

 

foto Enrico Garrou, (mostra le metamorfosi, Picasso),Satiro danzante 100D.C. frammento museo del Louvre.

24 pensieri su “La nave volante

  1. Mancavi Enrico. Una magica, visionaria, passionale, meravigliosa poesia.
    Sei un cantore di incanti. Non smettere mai di scrivere:

    “Vola magica nave
    ti sia il cielo soave,
    trasporti l’amore e i sogni
    in altri regni,
    là dove mai più potran morire
    ma solo eternamente fiorire.”
    Un abbraccio

  2. Je viens sur la pointe des pieds te déposer un café

    Que ce soit après un doux réveil ou après un bon repas
    Il est d’un gout
    Au doux breuvage légèrement corsé et fruité
    Pour bien commencer en douceur ta journée ou autre
    IL réchauffera ton cœur
    Sous sa douce chaleur dans ces subtils arômes
    De mon café s’échappe une petite fumée aux milles et une douce saveurs parfumées
    Pour un doux réveil après une douce nuit ou après une moment de repos
    Que les arômes de ce doux café
    Viennent en ta demeure s’évaporer
    Pour y laisser ces douces notes parfumées en embaumant ta demeure
    Bonne journée à toi que j’apprécie sincèrement
    Que tu vives avec tes proches de délicieux moments

    Bisous , Bernard

  3. Fantasia e mito che liberano in una visione magica e atemporale: la stessa passione, sensuale e fremente, si inebria di profumi animali e vegetali, dissolvendosi in immagine pura, archetipica, onirica e primordiale, fino a diventare totale ed eterea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.