la donna che amo

La donna che amo ha negli occhi l’universo,

con i suoi incanti i suoi segreti.

Il suo volto è una rosa, le sue labbra sorridono

giocano con i miei pensieri,

diventano farfalle con le ali rosse,

si posano sul mio corpo, creano arabeschi

le sue parole diventano viole.

La donna che amo accoglie il cielo nel suo corpo

gli astri sono i miei sogni, la bellezza della follia

mi cosparge di luce e d’amore.

la donna che amo sa portarmi in paradiso

il suo amore riempie il mio cuore di petali di pesco

mi insegna ogni volta a entrare negli abissi del suo corpo

e camminare nel piacere del peccato.

la donna che amo ha pelle bianca

profuma di gelsomino, il suo corpo è pieno di poesia,

mi ubriaca con il nettare della sua bocca,

mi sussurra misteri e incanti,

ed io vago come nubi liete creando immagini di fiori

fino a perdermi nell’arcobaleno.

Enrico Garrou

Il giardino delle delizie di Hieronymus Bosch

78 pensieri su “la donna che amo

  1. Bonjour ou bonsoir Enrico

    A bientôt l’arrivée du printemps

    Le beau temps nous est promis

    Le soleil se rapproche

    Chaque jour un peu plus

    Là on se sent mieux , le moral reviens

    Certains vont jardiner

    Les arbres et les fleurs vont fleurirent

    (lilas , tulipes ,muscaris ect…)

    Nous allons respirer le bon air

    Sentir ce beau parfum de printemps

    Entendre le chant des oiseaux et voir les premières hirondelles

    Belle journée ou soirée

    Bisous Bernard

    • Si è bellissima! Naturalmente l’originale. Mentre la scrivevo ho pensato a Neruda quando descrive la persona amata. Nel piccolo ho cercato di guardare Lei con gli occhi dell’amore. Un abbraccio grande

  2. Meravigliose immagini d’amore, e tanto romanticismo, in questa dolce lirica
    dedicata alla donna della vita….
    Molto bello leggerti , Enry, felice primavera e un abbraccio,silvia

  3. Ciao Enrico. Da quanto tempo non passavo qui da te! 🙂
    Sono troppo preso dalle contingenze. Nessun problema, tranquillo. Ma solo la solita “solfa”, non riuscire a fare nulla oltre alle cose doverose, e siamo sempre li’.
    Qualcosa comunque riesco a metterla almeno in uno dei miei due blog- quello per le cose piu’ “leggere” che non mi prendono molto tempo.
    Qualche giorno fa ho deciso di presentarmi,
    https://marghemar.wordpress.com/2017/03/31/piccolo-intervallo-ebbene-si-ho-deciso-di-farmi-vedere-e-sentire/

    Cioe’, di presentarmi meglio 🙂 – Un abbraccio, ciao 🙂

    Marghian

  4. L’ho letta Enrico. “La donna che si ama e’ cio’ che si ama da sempre. Avendola incontrata, vivendoci insieme, semplicemente ci si accorge che in essa e proprio in essa si aduna tutto quanto, da sempre, si e’ amato” (Marghian). ciao 🙂

  5. Ciao Enrico. Buon prosieguo di festa, anzi di feste. Cosi’ come si dice “Ite, missa est”, che come mi aveva spiegato un parroco del mio paese, non significa “la messa e’ finita”, ma e’ cominciata (ora, che ne esci, comincia la tua “missa”, “missione”). Idem, la Pasqua inizia adesso, non finisce. I miei giochi con le parole… Prendilo come augurio, va’, “che la Pasqua continui” o “la Pasqua sia con te” , buona settimana ciao 🙂

    Marghian

      • Giorno di ieri trascorso bene anche da me, in maniera davvero lieta. Meno questa di oggi, con l’abbassamento di temperature che c’e stato da farla somigliare ad una giornata invernale, e sai come la penso (davvero, qui poi non ci sono le tipiche bellezze dell’inverno, sono in pianura e si vede solo maltempo e basta…..), ciao buona notte Enrico 🙂

        Marghian

  6. Ciao Enrico. Come va? E abbiamo un’altra festa, dai! Ce n’e’ bisogno. Il riposo e’ sacro. Bella l’idea di Papa Ratzinger di rendere festivo anche il Venerdi’ Santo.Buon weekend. Un abbraccio 🙂

    Marghian

    • Si ma per me ogni giorno è una festa. Sai il mio non è ma stato un lavoro inteso come imposizione e fatica, ma un momento di condivisione con gli altri su argomenti che amo. Comunque si il riposo è sacro. Un abbraccio

      • Ciao Enrico. Hai ragione, ogni giorno e’ un giorno di vita, quindi estremamente importante.
        Pero’ hai scritto una cosa che e’ fondamentale, ossia “non è ma stato un lavoro inteso come imposizione e fatica, ma un momento di condivisione con gli altri su argomenti che amo”.
        Dipende anche da questo e soprattutto. Il mio e’ stato invece proprio imposizione e fatica. Non tanto il lavoro di adesso che, come lavoro in se, tendo a chiarirlo, mi piace, ma davvero.
        C’e poi un’altra cosetta, vorrei…anche vivere, e non stare al lavoro fino a quasi 70 anni come mi succedera’, forse.
        Il mio caso, poi, e’ ancora particolare. Non per rimarcare la mia-solita- cosa dell’essere da solo, pero’..e’ ben diverso per uno che dice “mi faccio altri tot di anni perche’ ho questo ragazzo che studia….”. E’ una scelta! Ed una motivazione. Io lavoro, praticamente solo per mangiare, dormire, fumare ( e guai a chi me lo tocca, mi levo pure quello? MI piace…) , uscire venti minuti in piazza e dire “ciao” al primo che capita. Ecco che ambisco andare in pensione, e riposare quando possibile. Ma il lavoro, in quanto tale, mi piace. E non solo, faccio anche poco il broncio, sia ai colleghi che agli utenti (archivio di stato). Anzi, è il contrario. Come sono con voi sono li’, chiaramente non mi dilungo cosi’, ci mancherebbe 🙂 Ciao Enrico, ’ 🙂

        Marghian

      • Ah, Enrico, e meno male che mi arrivo’ nel 1986 la vincita del concorso statale per il lavoro che faccio!. Se no dovrei ancora oggi lavorare come manovale edile e operaio marmista- ho lavorato il marmo per 5 anni dal 1975 al 1980, e gli altri anni manovale, in tutto dal 1972 al 1986, quando fui assunto nello stato. Ripeto, meno male! Se no sarebbe ancora oggi estremamente faticoso ed ancor di piu’, per me, anche da non poterlo fare, data l’eta’ che avanza. L’ho fatta cosi’ lunga, sai perche’? perche’ l’argomento del mio post e’ proprio il riposo dal lavoro! Ecco perche’, stiamo commentando proprio su questo… scusami 🙂 ciao.

        Marghian .

  7. Ciao Enrico. Ho capito benissimo, come tu hai sicuramente capito che in fondo amo la vita anche io, e avrai notato dai commenti, che tanto negativi non sono. Certo, a parte qualche piccolo “risentimento”. Sai quando si dice “ce l’ho qui..”, indicando la propria gola. Da solo.
    Ciao 🙂

    Marghian

  8. Caro amico più ti leggo e più mi convinco che nessuno sappia descrivere il sentimento dell’amore meglio di te.
    Grazie per condividere le tue emozioni con noi. E’ un privilegio. Baciobacio con abbraccio ❤

  9. fortunata quella donna CHE AMI<3<3<3…questa poesia è splendida un vero inno all'amore, presto la metterò in un mio post è troppo bella<3 SEI VERAMENTE BRAVOOO!
    non smetterô mai di scriverlo e di PENSARLO
    BACIO <3<3<3 a prestissimo:D

      • Una ne ho messa in passato…ma devo trovare un tema speciale e romantico per le tue poesie, sicuramente da posizionare insieme ad un alba oppure ad un tramonto..oppure accanto ad una delle fate che vivono nel mio bosco…sai mentre ti scrivo ho già in mente dove collocarla…sarà per te una bellissima sorpresa<3<3<3 a prestissimo:D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...