Fiori

Milioni di anni fa sulla terra ci fu una esplosione che cambiò per sempre il pianeta rendendolo un paradiso: ci fu l’esplosione dei fiori e con loro il colore, il profumo, la bellezza, il sogno, la gioia. Le piante con i fiori si imposero rapidamente su tutte le forme di vita vegetale: erano nate le angiosperme e il fiore era il suo apparato riproduttore. Ho scritto una poesia sulla loro nascita e del colore.

 

Prima del sogno c’era il rosso dei vulcani, il bianco delle nevi,

il marrone delle terre emerse, il blu del mare e quel verde che tutto avvolgeva,

tutto ricopriva, verde di piante antiche in un mondo abitato da rettili, pesci, libellule.

Poi all’improvviso una magia e ci fu l’esplosione dei fiori

in un paradiso di colori fantasmagorici e tutto fu fiaba e incanto.

Arrivarono i gigli, le viole, le aquilegie, i papaveri, le rose, le orchidee

e con loro il mondo si popolò di insetti impollinatori, di farfalle, di colibrì,

animali dalle forme eleganti o bizzarre, bellissime,

innamorati di queste meraviglie nate dai sogni delle fate.

il sole li accarezzava e nutriva, le stelle sussurravano, ai loro petali, magie.

Con il passare del tempo i colori divennero sempre più sgargianti

il profumo sempre più seducente. Fu una esplosione immane

che donò alla terra l’anima e il respiro, la bellezza, il sorriso.

Tutto si trasformò, apparvero i sognatori, nacquero le emozioni, l’amore,

i sentimenti, la passione, i simboli, la purezza.

I fiori felici diventarono ancora più desiderabili, con vesti nuove

attraenti, vistose. Petali delicati, dalle forme più strane,

corolle incredibili e affinchè l’opera di seduzione fosse completa

produssero un liquido magico e inebriante: il nettare.

Il fiore, un apparato riproduttivo perfetto, aveva colorato la creazione.

Esistevano prima del nostro arrivo renderanno ancor più bella la terra

quando i nostri sogni si saranno spenti.

Enrico Garrou

Fiore Blu (arte digitale)

blue-fractal-flower

69 pensieri su “Fiori

    • Cara, sono convinto anche io che senza i sogni i fiori non potrebbero esistere.
      I fiori ci hanno donato l’incanto del colore il profumo, il nettare la vita. Tutto questo per farci sognare per donarci astrazioni. Si sono nati per coloro che allevano sogni. Un abbraccio

    • Grazie cara, adoro i fiori e volevo cantarne la loro nascita sulla terra. I fiori hanno permesso all’uomo di vivere e hanno riempito di colori e di stupore questo mondo bellissimo, un abbraccio grande

  1. Un’esplosione mirabile di vita, resa ancora più intensa, nel suo significato, dal tuo impagabile scrivere Enry.
    Un abbraccio,silvia

  2. ╔══╗╔══╗╔═╗░╔═╗╔══╗╔══╗ – POMERIGGIO
    ║░═╣║░═╣║░║░║░║║░╠╝║░═╣.ƸӜƷ ❥ BY NANCY
    ║░╔╝║░═╣║░╚╗║░║║░╠╗║░═╣__/)__./¯”””/’)❥
    ╚═╝░╚══╝╚══╝╚═╝╚══╝╚══╝\)¯¯\)¯\_„„„„\)❥

  3. “Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini.„
    Dante Alighieri.
    Bellissimi, caro Enrico, i versi con i quali ci racconti la “nascita dei fiori”…che ci inebriano con i loro colori, forme e profumi ; che ispirano pittori, fotografi e poeti, e che riescono a coinvolgere intensamente tutti coloro che sono ancora capaci di sognare e di emozionarsi dinanzi le meraviglie della Natura! Ciao Enrico, buon pomeriggio 🙂
    Antonella

    • Verissimo cara Antonella, che meraviglia i fiori. In particolare per noi che sappiamo ancora stupirci, emozionarci di fronte alle bellezze che ci vengono donate. Che incanto questo mondo. Un abbraccio grande

  4. “il mondo si popolò di insetti impollinatori”- Ed Einstein disse che sarebbe la fine se venissero a mancare le api. E forse e’ cosi’, sarebbe un disatro se mancassero le api, questi esseri “mediatori” delle riproduzioni di piante, con relative fiorescenze. Naturalmente non sono solo le api ad essere necessarie alla vita. Altri insetti, servono per i fiori. Ed i fiori che a loro volta servono per gli insetti. E per altro ancora. Ciao Enrico, le tue liriche sono per me fonte di ispirazione- seppure piu’..prosaica.
    Marghian

  5. Caro Marghian verissimo quanto dici. Ma non solo le api , pensa agli uccelli, ai topi marsupiali, quindi anche hai mamiferi e a chi mangia i semi e poi con gli escrementi li diffonde in natura. Il ciclo della vita. Un incanto. Un abbraccio

  6. Infatti, Enrico, non solo le api, il fenomeno della vita e’ frutto di un concatenamento fantastico di eventi. Però (volo pindarico…) non do retta ad Antonio Zichichi, “negazionista” sulla vita extraterrestre. Infatti egli dice: “siamo soli, perché la storia della Terra e’ unica e irripetibile. Sulla Terra sono successe tutte le cose necessarie alla vita, e sono migliaia di fattori concatenati, se salta il minimo dettaglio..” ed altre argomentazioni del genere, decisamente contro la vita nel cosmo. Io invece sono di tutt’altra idea, e penso che: a) tutto quanto accaduto qui può accadere altrove- se le leggi della matematica, della chimica e della fisica sono universali, devono essere universali anche le leggi della biologia e della evoluzione della vita; b), seppure “saltano dei dettagli”, altrove la vita ha adottato e adotta magari delle “compensazioni”- esempio, “se su questo pianeta non ci sono api, mi invento un altro sistema….”. c), la vita e’ troppo importante, e bella, perché il resto del cosmo sia vuoto. Ciao.

    Marghian

    • Ciao cara, che dolce leggerti, sapere che sei presente sempre. Non posso fare a meno ormai delle tue visite m, delle tue parole. Sei delicata e gentile. Ti invio un mazzolino di violette. 😘

  7. Bonjour ENRICO et bon week-end de Pentecôte

    En cette nouvelle soirée

    Comme un oiseau de tendresse

    Je viens te chanter mon bonjour

    Comme on chante les belles histoires

    Je te peints mes pensées à l’encre de mes mots

    Comme on peint les jolis tableaux

    Je te dessine le contour de mes plus beaux sentiments

    Comme on dessine l’innocence à travers les yeux d’un enfant

    Je t’ai écris ces quelques lignes nappées de bonheur

    Comme on écrit les plus beaux souvenirs

    Je te souhaite une bonne soirée . avec des petits bisous

    AMITIE

    Bernard

  8. Bonsoir MON AMI ENRICO
    Je viens chez toi comme par magie
    J’adore venir voir les nouveautés sur ton blog
    A mon tour
    Je vais essayer de faire rêver
    Dans ce rêve
    Tu y trouveras ma douceur
    Tu y trouveras du bonheur
    Tu te trouveras dans mon petit monde
    De la joie et du partage
    Même si ce n’est qu’un petit rêve


    Il y aura quelques instants sur ton visage un sourire
    Qui te permettra de réchauffer une partie de ton cœur
    Gros bisous , Bernard

  9. I tuoi sogni non moriranno mai, Enrico caro.
    I miei nemmeno.
    Tu sai benissimo che senza emozioni si muore.
    E i fiori, i fiori… Meraviglia ❤
    Torno presto da te, mon ami.
    Ti abbraccio
    gb 🙂
    Buona domenica.

    • “I tuoi sogni non moriranno mai”. E’ possibile che esita, nell’universo, una “banca dei sogni” in cui sussiste tutto quanto una mente pensa, vede, immagina, sente. Mi piace pensare che l’universo faccia sempre di ciascuno di noi una sorta di… “backup spirituale”, di modo che tutto sussista per sempre, e da sempre, oltre i nostri limiti fisici e temporali: compresi i nostri sogni.

  10. Ciao Enrico. “Purtroppo non ho certezze….”. E’ cosi’ anche per me. Il mio “credere” non e’..credere- certezza di fede-, ma solo speranza. Non credo che si debba dare pretesa di scientificità alla speranza. Alla fede magari si’: “dimostramelo”. La speranza invece e’ li’ , “nun costa gniente..” come diceva una canzone folk in romanesco. Ciao ciao 🙂

      • Vero Enrico, ma non solo monotonia. Se ci fossero sempre le certezze non esisterebbero i rapporti umani come noi li conosciamo e li sperimentiamo. Come disse un opinionista esperto di filosofia orientale”se conoscessimo e percepissimo tutti i pensieri altrui, e sapessimo le cose “per scienza infusa” noi non avremmo la vita umana come la conosciamo. Non ci sarebbe interrelazione colloquiale, non sentiremmo un “chi è” se sapessimo chi bussa, e non busserebbe nessuno “perché l’altro sa che sei tu”. Nessuno ti chiederebbe “come va?”, sapendolo ne’ tu all’altro…”
        Ecco che appunto se avessimo sempre la certezza delle cose, non ci sarebbe ricerca, non ci sarebbe cammino, e via di seguito ..non saremmo gli esseri umani che siamo. Ciao 🙂

        Marghian


  11. Bonjour AMI ENRICO wouahouuuuuu
    Mon plus grand plaisir
    C’est de venir te saluer
    Ce matin chez moi le temps n’est pas formidable
    Toi !!! As- tu le beau temps
    Mais je me dis quelque part tu es là
    Prés ou loin qu’importe la distance
    je compte ton amitié parmi les plus grandes
    Ce n’est que du bonheur dans ma vie, un réconfort dans les moments
    de doute et de chagrin avec grande source d’inspiration
    Bernard

  12. Bonsoir ENRICO avec quelques petits orages
    L’amitié est un sentiment fort
    Il est beau de la découvrir
    Sur ton blog je peux lire tes poèmes , tes créations
    Les messages de tes amis (ies)
    C’est une appréciation forte
    On peux y trouver toutes sortes d’amis Français ou étrangers
    Quelle partage
    Sur nos blogs on vit un monde de paix
    Ce serait si beau que sur terre règne la paix règne


    Passe une belle soirée , prends soin de toi
    Bernard , bises

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...