Amore mio, dove ti nascondi?

la luna e un Giove satiro si inviano baci
in un buio che genera stelle
e fa aprire petali di lussuria
ai fiori che amano la notte.
Il vento si lamenta sospirando
e mi distoglie dall’uccidere il drago
che mi avrebbe reso immortale con il suo sangue.
Una ghirlanda di desideri mi avvolge, ti voglio,
la mia anima distende le ali
per venire da te e consumarti di baci
sotto un ciliegio fiorito,
mentre il cielo si fa azzurro
e riempie di viole il nostro cuore.
Ma non ti trovo, gioia mia, dove ti nascondi,
non sei distesa nel prato tappezzato di lucciole,
languida e piena di passione,
come una perla nella conchiglia
che attende di essere pescata.
Eppure i pavoni hanno aperto il loro occhi
per guardare mentre ci amiamo
e vedere il nostro piacere attorcigliarsi
insieme al canto dell’usignolo e salire in cielo.
No, non ci sei in questo scintillio di fiori,
dove ora ti cerco, solo il mio cuore che soffre
e niente altro.
Enrico Garrou (18/3/2015)

Marc Chagall

Chagall1

54 pensieri su “Amore mio, dove ti nascondi?

  1. Un canto antico ed eterno d’amore, speranza, dubbio, rimpianto e nostalgia, tanto più vero e sentito quanto più vicino alle profondità di ognuno. Perfetto il quadro di Chagall (infatti anche io ho usato lo stesso dipinto, tempo fa, per un post)
    Baci

    • Rosa Velata, le tue parole giocano nel mio cuore. I complimenti detti da Te hanno un significato per me molto importante, prerchè stimo molto i tuoi scritti e il tuo pensiero. Accompagno sempre le mie poesie con un quadro, mi aiuta a descrivere uno stato d’animo. Qui ci troviamo di fronte al mio pittore preferito, il quadro è delizioso, cosa dire se non grazie Chagall! Un caro abbraccio.

  2. La primavera, risveglio di sensi e della natura.
    Amore passionale che aspetta di essere appagato….
    Ma l’amore a volte non ha una data precisa, come le stagioni ad esmpio, e allora il nostro desiderio resta un sogno su di un prato di lucciole.
    Bella e avvolgente.

    • Fulvialuna, sai è proprio così, questa volta il desiderio d’amore è rimasto in questo prato dove volano lucciole e c’è il profumo di viole. Un abbraccio tenerissimo con mille pensieri colorati.

  3. Non so perché ho pensato ai trovatori, a una canzone antica, all’ideale inseguito e mai trovato dell’epoca cavalleresca… sarà l’accenno al drago, o la musicalità che ho sentito in tutta la poesia. Comunque mi piace moltissimo 🙂

    • Grazie di cuore, quando scrivo una poesia gioco molto sulla musicalità delle parole, sul lato cavalleresco, sui colori, sono felice, cara amica, che ti sia piaciuta. Un pensiero a te e alla belllisima Genova.

      • Anche io, di ricevere le tue visite e..di visitarti. “Dove ti nascondi, amore mio” mi ricorda una piccola poesia che scrissi ,quando ero soldato, a vent’anni. Ero di guardia, ed avevo con me un tacquino ed una penna: …”dove ti nascondi, ragazza? Ti trovero’, un giorno? Per quanto tempo ancora, mi sfuggirai? Sapro’, io, riconoscerti?.. “. Era riferito ad un amore…”potenziale”, diciamo cosi’, al quale chiedevo, appunto, “dove ti nascondi?”. Non avevo una ragazza, e la…stavo cercando. Ciao Enrico 🙂

        Marghian

    • Domeniuca Luise, grazie per quanto mi scrivi, mi piace giocare con la musicalità delle parole, amo le immagini oniriche e delizia leggere nel tuo commento la parola profumata riferita alla poesia. Sai, cerco sempre di avvolgere di profumi quanto scrivo e sono felice che lo hai notato.Sei cara, un abbraccio

  4. Un sogno che, nel risveglio scopre un DesiderioGuerriero a cui l’eleganza vuole mettere una cravatta. Ma la bellezza nuda, la più vera, è una ricerca notturna che rilascia spesso la sua eco di giorno…
    Questa poesia mi ha rilasciato queste immagini. Magari non c’entrano affatto con il reale movimento delle tue parole ma, nei suoi colori, si va oltre al dipinto di Chagall, verso senso ed interpretazione personale. Vedo infatti respiro in questi versi…
    Grazie per questo biglietto per un mio ennesimo volo.
    Brigida.

    • Grazie cara Tenebrika, sono felice che parli di danza perchè amo la musicalità delle parole, il loro rincorrersi. E trovo che la poesia debba essere accompagnata sempre da un quadro. Un caro abbraccio, felice di averti incontrata.

  5. Ciao Enrico. Circa i versi sui quali che mi consigli di “continuare”, ti ho appena postato un commento..che pero’ non mi appare, forse-come mi succede spesso- perche’ c’erano due links con due mie poesie. Non so, se te lo ritrovi, il commento… ciao 🙂

  6. Ciao Enrico. Ti ho chiesto se per caso ti fosse arrivato, perche’ delle volte mi succede questo: quando posto un commento con qualche link, tipo “guarda questo post ” (link..) wordpress non me lo fa pubblicare, non so perche’. Riprovo e mi appare scritto che “esiste un duplicato del commento…”. Mistero del web 🙂 Niente, era solo per farti leggere due mie poesie, postate qualche anno fa. Se ti va, basta che digiti su google “marghian vibrazioni” e “marghian festa sarda paesana”. Intendiamoci, niente di importante 🙂 Ciao Enrico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...