Leda e il cigno divino

Dormivo felice, giocando nel sogno, cullata dal canto dell’acqua
quando fui svegliata da piume bianche, candide
e ali di cigno e profumo di ambrosia che mi stordiva.
Si era un cigno quello che si era posato sul mio corpo
per sfuggire ad un’aquila che volava in cielo,
il suo collo delicato mi accarezzava amorosamente i seni,
le spalle, il viso, il suo petto sul mio
e quel piumaggio folle mi faceva fremere di piacere,
le mie cosce accarezzate da quel bianco potere, tremanti si aprirono.
Il suo becco proteso verso il mio volto con voce melodiosa
fece piovere parole nel cuore: “io sono Zeus” e il paradiso mi accolse.
Sbocciarono fiori sui meli, girasoli chinarono il capo
lui era il tempo e il sospiro infinito, goccia di sogno,
raggi divini danzando popolarono il mio essere,
e quando il cigno ebbe placato la sua fame d’amore
volò via lasciandomi sognante,
mentre una notte azzurra copriva i miei fianchi.
Enrico Garrou (24/1/2015)

La leggenda narra che Zeus, innamoratosi di Leda, si trasformò in un cigno e si accoppiò con lei sulle rive del fiume Eurota

 

Dipinto cinquecentesco da un originale di  Michelangelo 1530 Londra, National Gallery

leda-london02-800x561

 

 

 

42 pensieri su “Leda e il cigno divino

    • Cara Simona, grazie sono felice che la poesia ti sia piaciuta. Amo questi amori impossibili, tra persone che abitano in mondi diversi, sai ogni tanto succede che queste persone, per un gioco del destino, si incontrino. Un caro abbraccio

    • Sante parole, viviamo in era dove potremmo emozionarci continuamente, sognare, essere felici supportati da una tecnologia raffinata, dalla scienza, dall’arte. Invece no, cara Ven, sempre più persi in una tecnologia che ci isola, che ci ha tolto lo stupore e il piacere di vivere. Allora il passato ritorna a portare conforto a quelli che non hanno smesso di sognare, di amare, di cullarsi nel gioco di questa vita che è dolcissima. Un caro abbraccio.

  1. Fantasia, e sogni mitologic,i in un mix poetico di grande valore, che entusiasma chi legge,
    colmandolo d’emozione
    Un saluto, Enrico,silvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...