Magia

L’amore è sempre magia: sia quello passato, o il presente, o quello che verrà.

Magia I
Le stelle scomparivano ad una ad una
dal manto del cielo, ed io passeggiavo ancora nel sogno,
quando sul mio viso battiti di ciglia mi diedero un bacio,
un soffio leggero si frantumò sulle mie palpebre chiuse,
e nelle orecchie sentii conchiglie raccontarmi il rumore del mare.
Non aprii gli occhi, avevo paura di incontrare la tua infinita bellezza,
temevo che comete si spegnessero in cielo,
rimasi aggrappato alla scala del sonno mentre le tue sottili dita
creavano magici arabeschi sull’ovale del mio viso.
Ma le tue labbra sussurrarono alle mie una cantilena d’amore
ed io fui costretto ad aprire gli occhi, che subito si persero nei tuoi,
mentre i tuoi capelli come onde accarezzavano le mie guance.
Enrico Garrou (2/12/2014)

Vladimir Dunjic
1454782_679608342057690_1339461763_n

 

Magia II
Noi a rubare rami ricoperti di sogni,
nei giardini del cielo, fra i fiori dell’aria.
Io e te a inseguire ricami di desideri
che un dio innamorato ci ha dato in dono;
noi che sappiamo cercare l’amore
fino su una luna di cristallo,
capace di dondolarci, di cullarci,
mentre mordo la tua bocca di prugna
e tu giochi con i fiori della mia felicità.
Disperatamente avvolti in questa magia
facciamo fremere le foglie,
cucite dalle fate, sull’albero della passione;
noi nuvole formate dai nostri pensieri d’amore.
Enrico Garrou (2/12/2014)

Amedeo Modigliani
amedeo_modigliani_002_nudo_rosa_1918y
Magia III
Grilli, cicale, fiordalisi, papaveri e noi che balliamo
sotto una luce rubata alle stelle
e il tuo amore che mi piove addosso
come carezza di farfalla;
I tuoi baci son flauti magici sulle mie labbra
desiderose di miele, di viole,
son fiori che piovono nel cuore,
o forse carezze, svolazzi ,tenerezze.
Il tempo si ferma, diventa una rosa,
mentre mi perdo nei tuoi occhi stupiti
che mi guardano teneri:
sai, i sogni sono belli come il tuo volto.
Enrico Garrou (2/12/2014)

Gustav Klimt
Gustav_Klimt_010