Il viaggio

Solo,
ho attraversato il mare verde
di un pensiero
appeso a fili di nubi.
Sai, mi sono perso
ìn mezzo ai gelsomini,
tra i loro vascelli di profumo,
traghettatori del mio incanto,
c’erano farfalle intorno a me
che partorivano sogni,
svolazzanti creatrici
dei miei desideri.
Solo,
tra felci e piante misteriose,
odori di muschio e onde verdi
di cervelli sognanti e rami e alberi
eleganti come piume di pavoni.
Ma ero solo con la mia malinconia,
non c’erano le tue mani
con le mie a rubar le stelle,
o a guardare l’amore
proiettato sulla luna.
Enrico Garrou

Igor Morsky
eq-illustrations-by-igor-morski-03

1_surreal-artworks-by-igor-morski-500x500

23 pensieri su “Il viaggio

  1. Nostalgici versi, accompagnati da sensazioni di rara bellezza e intensità, molto vicine a immagini della natura, che donano caratteri di particolare dolcezza alla lirica….
    Felice sera Enrico, silvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...