L’alieno 2

Vivo in un mondo d’acqua. Ricco di piante dalle forme più strane, con le foglie allungate, lanceolate o ovali.  Formano foreste sottomarine, radure e sono abitate da una moltitudine di creature dai colori sgargianti: i blu i gialli, i rossi, i neri, i viola. Io sono un drago. Si un dragone d’acqua. Non sono aggressivo, anzi sono sempre spaventato cerco di vivere appartato, mi nascondo tra le piante: Ho sviluppato allo scopo un mimetismo raffinato. Sul mio corpo crescono escrescenze a forma di foglia che ricoprono il mio corpo. Si, sono una creatura elegantemente camuffata, sembro una grossa alga che si fa trasportare dalla corrente. E pensare che anni fa si parlava di draghi dal corpo poderoso e con le ali per alzarsi in volo. Terribili e terrifici, capaci di lanciare fiamme dalla bocca o di soffiare un respiro ghiacciato o ricco di acidi.

Ma sono fantasie. Fuori dall’acqua morirei quasi subito e la mia bocca non erutta fuoco ma è piccola e allungata, adatta solo per mangiare minuscoli crostacei. Altro che volare: la mia andatura è goffa e strana e amo farmi trascinare dalla corrente marina.  Amo la solitudine però ogni tanto cerco una compagna perché il mio scopo primario è generare piccoli draghi. Anche se è difficile trovare dei miei simili. Strane creature vestite con armature di ferro arrivate dalla terra hanno quasi estinto la mia specie, ma ultimamente le uccisioni sono diminuite. Quando trovo una dragonessa la corteggio e poi mi faccio deporre le uova su una zona spugnosa che ho sulla coda. Piccole uova di drago che si ancorano sulla mia lunga coda, uova rosa intenso, uova di drago.

Non si mormora che sulla terra le uova di drago non hanno prezzo? Pensate, io curo pazientemente per settimane molte uova di drago, uova che alla schiusa diffonderanno in mare i miei cuccioli e i draghi così non scompariranno. Questo è il mio compito, e ogni volta, da buon genitore, lo svolgo con l’infinito amore che noi draghi possediamo.

Enrico Garrou

Il dragone marino è un pesce lungo 30- 40 cm. che vive nelle acque lungo le coste dell’australia del sud. si nutre di piccoli crostacei e appartiene al genere Phycodurus specie eques, il suo nome comune è dragone foglia.

                                                                                          

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...